Il prestatore di criptovalute in bancarotta sposta 270 miliardi di SHIB su Coinbase

PUNTI CHIAVE


  • Voyager Digtal ha presentato istanza di fallimento nel luglio 2022

  • Ha un accordo di ristrutturazione con Binance US del valore di $ 1,3 miliardi

  • Binance US ha già accettato di pagare a Voyag Digital 20 milioni di dollari in contanti

Il prestatore di criptovalute in bancarotta Voyager Digital ha trasferito 270 miliardi di token Shiba Inu al colosso di scambio di criptovalute con sede negli Stati Uniti Coinbase in sole 12 ore insieme ad altri token, tra cui Ether di Ethereum.

La società di sicurezza blockchain Peckshield, che ha individuato i dati sulla catena che descrivono in dettaglio le transazioni, ha rivelato su Twitter che gli indirizzi collegati a Voyager hanno spostato circa 27,7 milioni di dollari di asset di criptovaluta su Coinbase.

Il prestatore di criptovalute, ora in bancarotta, ha spostato circa $ 3 milioni di token Shiba Inu, $ 19 milioni di ETH (17.000) e circa $ 4 milioni di token Voyager (12 milioni di VGX) questa settimana.

La recente mossa di Voyager Digital è normale poiché gli investitori in genere spostano le proprie risorse crittografiche su piattaforme di scambio crittografiche centralizzate quando intendono venderle. Questo è stato il caso del prestatore di criptovalute in bancarotta, che ha venduto i suoi asset dal mese scorso.

La società ha trasferito 300 miliardi di SHIB per un valore di circa $ 3,4 milioni a Coinbase e ha trasferito $ 25,3 milioni o circa 15.000 ETH sia a Coinbase che a Binance nelle ultime settimane.

L’handle di Twitter @lookonchain, che esamina smart money on-chain, ha condiviso a febbraio una serie di transazioni effettuate da Voyager Digital, indicando che stava vendendo asset tramite Coinbase. Le transazioni, iniziate il 14 febbraio, hanno rivelato che il prestatore di criptovalute in bancarotta inviava criptovalute a Coinbase quasi quotidianamente.

Da allora Voyager Digital ha trasferito token per un valore di milioni di dollari, tra cui Ethereum, Shiba Inu e Chainlink, e ha ricevuto circa $ 100 milioni in USDC da Coinbase.

Secondo @lookonchain, alla fine di febbraio Voyager Digital deteneva risorse crittografiche per un valore di circa 531 milioni di dollari, che includevano token Shiba Inu per un valore di circa 81 milioni di dollari.

Questi asset includevano 172.223 $ ETH ($ 276 milioni), 186 milioni di $ USDC, 2,14 milioni di $ LINK ($ 15,8 milioni), 581.052 $ AVAX ($ 10,5 milioni), 1,17 miliardi di $ STMX ($ 8,3 milioni), 11,9 milioni di $ MANA ($ 7,88 milioni), 12 milioni di $ FTM ($ 5,6 milioni) e 1 milione di $ APE ($ 5,1 milioni).

Voyager Digital ha presentato istanza di protezione dal fallimento secondo il Capitolo 11 nel luglio 2022 con la maggior parte dei suoi clienti che ora sono favorevoli a un piano di ristrutturazione che vedrà Binance US acquisire alcune delle attività del prestatore di criptovalute.

L’azienda ha già ottenuto l’approvazione del tribunale per vendere i suoi asset a Binance US, cosa che, nelle ultime settimane, è stata contestata da regolatori finanziari come la Securities and Exchange Commission (SEC) e la Federal Trade Commission (FTC) degli Stati Uniti .

Il giudice di New York Michael Wiles, che gestisce la procedura fallimentare di Voyager Digital, si è schierato con il prestatore di criptovalute e ha approvato l’accordo di ristrutturazione proposto, che ha visto Binance US accettare di pagare $ 20 milioni in contanti a Voyager Digital.

L’accordo con Binance US vale 1,3 miliardi di dollari e sebbene sia già stato approvato dal tribunale, Voyager Digital deve ancora superare alcuni ostacoli prima che l’accordo venga finalmente concluso e finalizzato.


L'illustrazione mostra il logo Voyager Digital e le rappresentazioni delle criptovalute
Reuters

© Copyright IBTimes 2023. Tutti i diritti riservati.

Source: https://www.ibtimes.com/bankrupt-crypto-lender-moves-270-billion-shib-coinbase-3677917

Rating: 0
xc false
Slider: 0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *